Elisabetta Toniolo

Counselor – formatore supervisore

Certificazione europea EAP

foto di Elisabetta TonioloElisabetta Toniolo

Laureata in filosofia presso l’Università “La Sapienza” di Roma.

Diplomata in Counseling, presso la Scuola di Formazione in Counseling Gestaltico integrato, ASPIC a Roma e specializzata come counsellor trainer, formatore e supervisore in counselling, accreditata dal CNCP (Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti).

Diplomata e specializzata in Corenergetica con Jhon Pierrakos e Teddy Lo Russo.

Diplomata in Mediazione Familiare presso l’Associazione ABHI (Associazione Bert Hellinger Italia).

Diplomata in Costellazioni Familiari presso la Hellingherschule di Bolzano, sotto la guida diretta di Bert Hellingher.

Diplomata “Focusing trainer” dall’Istituto di Focusing di New York.

Svolge attività di libera professione a Roma, Assisi e Verona.

È trainer di gruppi di addestramento al “Focusing” e al “dialogo di coppia”.

È anche trainer di gruppi di “counselling a mediazione corporea” e “Costellazioni Familiari”.

Insegna Raja-yoga e meditazione. Diffonde metodi di benessere naturale come la riflessologia plantare e lo shiatzu.

Ha partecipato come fondatrice, docente e codirettrice didattica alla alla Scuola di Formazione in Counselling S.E.R.S. (Scuola per l’educazione alle relazioni e ai sentimenti).

Svolge attività di docente in diverse Scuole di Formazione in Counseling.

Incontri individuali di Counseling e Costellazioni Familiari Evolutive

Per approfondire o richiedere informazioni è possibile compilare il modulo della pagina Contatti

Seminari ASSISI 2018

Seminario residenziale in SUDTIROLO

Costellazioni Familiari Evolutive a ROMA 2018

Costellazioni Familiari Evolutive a VERONA 2018

Un sorso d’acqua fresca:

Ho guardato

“Ho guardato nel mio corpo in profondità,

e ho trovato una montagna,

la vetta altissima nascosta da nebbia e nuvole,

ho trovato un fiume che scorre giorno e notte

verso il mare,

ho trovato una galassia

che si muove silenziosa,

con milioni di stelle.”

Thich Nhat Hahn